Diligo
AREA RISERVATA
Cerca nel sito:
 
Argomenti correlati:
Attività
 
home
la società
sedi
aree di attività
comitato scientifico
osservatorio
approfondimenti
contatti
opportunità di carriera
area riservata
studio legale stile

La società


Le specifiche competenze del penalista possono fornire un contributo decisivo per la prevenzione dei rischi connessi alla commissione di reati, per la responsabilizzazione dei soggetti operanti nell’impresa, e, in definitiva, per conseguire più elevati standard di efficienza e significativi vantaggi competitivi. Tale contributo appare ancor più rilevante oggi, nel momento in cui si va affermando, a livello europeo ed internazionale, un nuovo approccio culturale destinato a mutare profondamente la concezione dell’essere e del fare impresa. Si tratta dell’idea che vede nella valorizzazione della Corporate Social Responsibility un presupposto indispensabile per uno sviluppo sostenibile e per il raggiungimento di risultati economici duraturi.
In questo quadro, l’entrata in vigore del decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231 sulla responsabilità degli enti per i reati commessi da parte dei propri organi o dipendenti, rappresenta un vero e proprio momento di svolta in materia di gestione e di organizzazione interna che non può essere sottovalutato, a meno di non voler esporre a gravi rischi la sopravvivenza stessa dell’impresa.
L’intervento legislativo, andando oltre le spontanee iniziative delle aziende nella direzione di un loro più responsabile ruolo sociale, ha reso infatti ineludibile l’esigenza di elaborare modelli e strumenti di organizzazione, gestione e vigilanza idonei a prevenire la commissione di specifici reati. La necessità di adottare tutti gli strumenti utili a scongiurare l’applicazione delle sanzioni previste nel decreto legislativo n. 231/2001 - in alcuni casi particolarmente gravi - può inoltre costituire l’occasione per realizzare una strategia integrata di organizzazione aziendale che possa coniugare i doveri giuridici con l’efficienza ed efficacia dell’attività imprenditoriale.
L’obiettivo della Diligo è quello di fornire una adeguata risposta giuridica ai problemi posti dal complesso modello di responsabilità delineato nella richiamata normativa, ma anche alle tradizionali problematiche legate ai criteri di imputazione della responsabilità penale individuale all’interno dell’impresa. Oltre alla elaborazione di un compliance program idoneo a prevenire specifici reati, occorre infatti evitare forme di responsabilità “di posizione” dei vertici sociali che si pongono ai confini della responsabilità “per fatto altrui”, perseguendo una precisa e razionale ripartizione delle responsabilità individuali in linea con l’effettivo svolgimento delle funzioni aziendali penalisticamente rilevanti da parte dei singoli soggetti.
Un’efficace opera di intervento e di programmazione che si muova nella duplice direzione indicata impone una preliminare attività di analisi, calibrata sulle reali esigenze e caratteristiche dell’impresa, sulle prescrizioni di legge e sulle indicazioni fornite dal “diritto vivente” di fonte giurisprudenziale. In questa prospettiva, l’attività di ricerca e di elaborazione giuridica e criminologica della Diligo vuole offrire un affidabile punto di riferimento per i diversi interlocutori - imprese, società di consulenza, enti pubblici, associazioni di categoria, studi professionali - che si trovano ad affrontare le complesse problematiche appena richiamate, coniugando l’autorevolezza della ricerca scientifica e della professionalità forense con un’organizzazione dinamica in grado di fornire a tutti i destinatari forme di consulenza giuridica articolate sulla base delle loro specifiche esigenze.